Estate 2014

in queste sere di finestre spalancate nella vecchia casa
mi pare di sentire il cane che abbaia
che gli sembra di vedere ombre tra gli alberi
e il vecchio che lo rassicura 
mentre trascina le sue ciabatte di cuoio per il vialetto
fette di anguria lasciate sul tavolo di metallo
tutto buio
e la luce azzurra del televisore che esce 
dalla finestra tra i rami di aranci.
e ora ci sono solo i fantasmi.